Lo studio di fisioterapia Forma Mentis nasce a Sant’antioco il 1 Marzo 2004 in forma privata.

Nel 2008 ottiene l’accreditamento dalla Regione Sardegna e nel 2009 stipula il primo contratto di convenzione con la Asl di Carbonia (Rep. n° 19 del 11/02/2009), per l’erogazione delle seguenti terapie:

 

 

COD.       DESCRIZIONE

93.39.9   Ultrasuonoterapia

93.43.1   Trazione scheletrica

93.15      Mobilizzazione della colonna vertebrale

93.16      Mobilizzazione di altre articolazioni

93.19.1   Esercizi posturali propriocettivi

93.11.6   Rieducazione motoria individuale domiciliare

93.11.4   Ried. motoria individuale motuleso segm. semplice

93.11.2   Ried. motoria individuale motuleso grave semplice

93.39.1   Massoterapia distrettuale riflessogena

93.39.2   Massoterapia drenaggio linfatico

93.39.4   Elettroterapia antalgica diadinamica

93.39.5   Elettroterapia antalgica

93.39.6   Elettroterapia muscoli normo o denervati mano/viso

93.39.7   Elettroterapia muscoli normo o denervati

99.99.1   Laserterapia antalgica

93.22      Training deambulatori e del passo

93.26      Risoluzione manuale aderenze articolari

 

zhang 

(trattato attribuito a Zhang San Feng)

 

Anche al più piccolo movimento

l’intero corpo deve essere leggero ed agile,

e muoversi come unità,

collegata in tutte le sue parti.

 

E’ necessario stimolare il Soffio Vitale,

concentrare lo Spirito,

e fare in modo che il movimento non presenti

interruzioni, angoli acuti,discontinuità.

 

La radice è nei piedi,

Lo sviluppo è nelle gambe, il comando è nella vita,

la manifestazione è nelle dita.

Dai piedi alle gambe fino alla cintura

è necessaria totale unita,

un solo soffio, il Soffio dell’Uno.

E’allora che, sia avanzando che retrocedendo, 

saprete cogliere il momento giusto, e conquistare una posizione vantaggiosa.

In caso contrario il corpo è slegato,

difetto che dipende dalle gambe e dalla vita.

 

Questo principio va applicato in ogni contesto.

 

Il movimento è sempre diretto dall’interno, dall’intenzione,

mai dall’esterno, dalla forza muscolare.

 

Ciò che è alto

Non può essere separato da ciò che è basso,

né la destra si può muovere indipendentemente dalla sinistra,

né il davanti dal dietro.

Se l’intenzione è di muoversi verso l’alto,

rivolgete il pensiero al basso.

Proprio come quando si intende cogliere una pianta,

se vi aggiungete l’intenzione di torcere 

è certo che radice stessa si romperà, e sarà rapidamente estratta da terra.

E’ necessario distinguere chiaramente il Vuoto da Pieno.

 

Il corpo deve essere collegato,

articolazione per articolazione,

senza la minima discontinuità.

Pagina 1 di 4